OPERAZIONI IN AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO O CONFINATI

Tale servizio prevede una riunione preliminare, almeno 48 ore prima, lo svolgersi del servizio richiesto per poter coordinare ed organizzare l’intervento a norma di legge.

La riunione preliminare ha lo scopo di individuare i rischi presenti nel luogo in cui si effettua l’intervento e di conseguenza adottare tutte le misure di prevenzione e tutti i DPI (Dispositivi di Prevenzione Individuale) richiesti.

Per ambiente confinato si intende un qualsiasi ambiente limitato in cui il pericolo di infortunio è elevato a causa della presenza di sostanze o condizioni di pericolo, per esempio la mancanza di ossigeno.

Pertanto sono considerati ambienti confinati, a titolo di esempio, gli impianti di sollevamento, le vasche degli impianti di depurazione, ecc…..

Per tali operazioni viene utilizzato il mezzo autospurgo affiancato dal furgone attrezzato con tutto il materiale necessario e con minimo nr. 1 squadra specializzata.

Le operazioni in ambienti confinati sono di seguito riassunte:

  1. Redazione modulo per esecuzioni in ambienti confinati “ASIC”;
  2. Rilevazione dei gas prima dell’accesso mediante esplosimetro;
  3. Annotazione dei valori sul modulo per l’esecuzione del servizio;
  4. Installazione di tutto il materiale necessario per l’accesso all’ambiente confinato (tripode, maschere, imbragature, luci di sicurezza,…);
  5. Campionamento continuo dell’ossigeno e dei gas presenti nell’ambiente ASIC;
  6. Chiusura delle operazioni in ambiente confinato;
  7. Rilascio modulo di conclusione di tali operazioni.

La nostra azienda può eseguire operazioni in ambienti sospetti di inquinamento o confinati da semplici vasche di compenso di piscine ad impianti di sollevamento.

Sei alla ricerca di questo servizio
Chiamaci o compila il form sottostante

Nome *

Cognome *

Indirizzo *

Comune *

Telefono/Cellulare *

Email *

Indicare la tipologia di cliente *

Oggetto *

Messaggio *

* campi obbligatori